logo

ARTE

Fuga di Margherita Pusterla dal carcere

Giovanni Marghinotti

Di Marco Rabino

Pubblicato il: 14-04-2014


Italia

1850 | circa

Margherita Pusterla è il protagonista principale di un romanzo di Cesare Cantù, Storico, letterato e politico italiano che scrisse il romanzo storico, di grande successo, tra il 1835 e il 1836. Margherita Pusterla, nella realtà visse nel XIV e appartenne alla famiglia dei Visconti di Milano. Concupita dal cugino Luchino Visconti, fu imprigionata in seguito al rifiuto di cedere alle attenzioni del parente.

Nel dipinto Margherita fugge dal carcere, avvolta da una debole luce, nonostante la presenza delle guardie.

La scena della prigionia di Margherita è rappresentata in un disegno, La prigioniera, conservato nella Pinacoteca Comunale di Cagliari. 

Il tema dell'eroina prerinascimentale è tipica del romanticismo europeo e in italia dalla corrente con a capo Francesco Hayez.

Giovanni Marghinotti (Cagliari, 1798 – Cagliari, 1865) è considerato il pittore più noto dell'Ottocento in Sardegna. Fece il suo apprendistato artistico a Roma e le sue opere sono realizzate con un gusto neoclassico-purista e, in seguito, romantico. Noti didpinti di Giovanni Marghinotti sono i vari ritratti di Carlo Felice custoditi nei palazzi Cagliaritani. Realizzò anche molte tele, a tema religioso, custodite in varie chiese della Sardegna. Fu accolto e stimato anche al di fuori dell'isola; ritrasse principi e re sabaudi e fu docente presso l'Accademia Albertina di Torino nel 1847. Morì a Cagliari nel 1865.

Autore Giovanni Marghinotti
Secolo sec. XIX metà
Dimensioni 48 x 38
Tecnica olio su tela

LEGGI ANCHE