logo

ARTE

Michelangelo Pistoletto - Terzo Paradiso

Il Terzo paradiso delle detenute del carcere di Lecce

L'opera di Michelangelo Pistoletto allestita da Made in Carcere

Di Marco Rabino

Pubblicato il: 11-10-2017


Milano, Lombardia, Italia

2017 | 4 ottobre

Il 4 ottobre 2017, alle 13, nel Salone della Csr e dell’innovazione sociale, a Milano l’associazione Made in Carcere, guidata da Luciana Delle Donne, ha realizzato un’installazione con tessuti di recupero che interpreta il Terzo Paradiso di Michelangelo Pistoletto. L’artista ha partecipato all’incontro Creare valore con la cultura in carcere, che ha rappresentato un momento di approfondimento sull’impatto delle attività culturali nelle carceri e sul valore del riciclo e del riuso, in linea con i principi dell’economia circolare.

Il progetto di Michelangelo Pistoletto è stato interpretato e concretizzato da diverse realtà che ne hanno dato una versione singolare e di interessante valore visuale. Città, scuole e organizzazioni hanno accolto il simbolo di Pistoletto trasformandolo in installazioni permanenti o estemporanee. Su questa pagina tutte le manifestazioni e gli eventi in calendario:

www.terzoparadiso.org

Il documento ufficiale di Michelangelo Pistoletto che descrive il concetto di Terzo Paradiso.

Che cos'è il Terzo Paradiso?

È la fusione fra il primo e il secondo paradiso. Il primo è quello in cui gli esseri umani erano totalmente integrati nella natura. Il secondo è il paradiso artificiale, sviluppato dall’intelligenza umana, fino alle dimensioni globali raggiunte oggi con la scienza e la tecnologia. Questo paradiso è fatto di bisogni artificiali, di prodotti artificiali, di comodità artificiali, di piaceri artificiali e di ogni altro genere di artificio. Si è formato un vero e proprio mondo artificiale che, con progressione esponenziale, ingenera, parallelamente agli effetti benefici, processi irreversibili di degrado e consunzione del mondo naturale. Il Terzo Paradiso è la terza fase dell'umanità, che si realizza nella connessione equilibrata tra l’artificio e la natura.

Terzo Paradiso significa il passaggio a uno stadio inedito della civiltà planetaria, indispensabile per assicurare al genere umano la propria sopravvivenza. A tale fine occorre innanzi tutto ri-formare i principi e i comportamenti etici che guidano la vita comune.

Il Terzo Paradiso è il grande mito che porta ognuno ad assumere una personale responsabilità nella visione globale.

Il termine paradiso deriva dall'antica lingua persiana e significa “giardino protetto”.

Noi siamo i giardinieri che devono proteggere questo pianeta e curare la società umana che lo abita.

Il simbolo del Terzo Paradiso, riconfigurazione del segno matematico dell'infinito, è composto da tre cerchi consecutivi. I due cerchi esterni rappresentano tutte le diversità e le antinomie, tra cui natura e artificio. Quello centrale è la compenetrazione fra i cerchi opposti e rappresenta il grembo generativo della nuova umanità.

Michelangelo Pistoletto, 2003

Sul sito di Michelangelo Pistoletto si trova la cronostoria delle installazioni che nel tempo hanno interpretato il Terzo Paradiso.

http://www.pistoletto.it/it/crono26.htm

LEGGI ANCHE