logo

ASSOCIAZIONI

Balamos Teatro

Balamos Teatro

Di DETENZIONI redazione

Pubblicato il: 04-03-2015

Istituti Penitenziari di Venezia
Venezia, Veneto, Italia



Teatro e Carcere:

l’esperienza del progetto teatrale “Passi Sospesi” di Balam s Teatro negli Istituti Penitenziari di Venezia

Il progetto teatrale “Passi Sospesi” di Balamòs Teatro, è attivo dal 2006 presso la Casa Circondariale di Santa Maria Maggiore di Venezia, Casa Circondariale SAT di Giudecca (attualmente chiusa) e dal 2010 alla Casa di Reclusione Femminile di Giudecca (Venezia).

E’ stato finanziato inizialmente dalla Regione Veneto e negli anni è stato sostenuto dal Comune di Venezia e il Ministero della Giustizia.

Fino a Marzo 2014 sono stati attivati nove percorsi laboratoriali:

il primo ha avuto inizio nel settembre 2006 e si è concluso nel settembre del 2007, con la presentazione dello spettacolo “ S t o r i e S c o n t e ” (Casa Circondariale SAT di Giudecca).

Il secondo ha avuto inizio nel settembre del 2006 e si è concluso nel settembre del 2007, con la presentazione dello spettacolo teatrale “Vite parallele” (Casa Circondariale di Santa Maria Maggiore di Venezia).

Il terzo ha avuto inizio nell'ottobre 2008 e si è concluso nel dicembre 2009, con lo spettacolo “Eldorado” (Casa Circondariale di Santa Maria Maggiore di Venezia, insieme agli allievi del Centro Teatro Universitario di Ferrara).

Il quarto ha avuto inizio nel febbraio del 2011 e si è concluso nel luglio del 2011 con la presentazione dello spettacolo “ S t o r i e I t a l i a n e ” (Casa Circondariale di Santa Maria Maggiore di Venezia, insieme agli allievi del Centro Teatro Universitario di Ferrara).

Il quinto ha avuto inizio nel dicembre del 2010 e si è concluso nel dicembre del 2011 con la presentazione dello spettacolo “Le Troiane” (Casa di Reclusione Femminile di Giudecca).

Il sesto ha avuto inizio nel gennaio del 2012, nel mese di gennaio è stata realizzata una replica dello spettacolo “ L e T r o i ane” presso la Casa di Reclusione Femminile di Giudecca e il riallestimento dello spettacolo per una replica “esterna” il 4 maggio 2012 presso il Teatro delle Maddalene di Padova nell’ambito del festival “Relazione Urbana”. Nel mese di luglio è stato realizzato uno studio teatrale dal titolo “sto camminando su un sentiero di luce” , a cura di Giuliano Scabia, dove sono state coinvolte le allieve del laboratorio teatrale della Casa di Reclusione Femminile di Giudecca e le allieve del laboratorio teatrale del Centro Teatro Universitario di Ferrara.

Il settimo ha avuto inizio nel febbraio del 2012 e fino a luglio 2012 è stato realizzato uno studio teatrale dal titolo “Il lamento di Ismene” che ha coinvolto gli allievi del laboratorio teatrale della Casa Circondariale Maschile di Santa Maria Maggiore di Venezia e gli allievi del laboratorio teatrale del Centro Teatro Universitario di Ferrara. Nel dicembre del 2012 il progetto si è concluso con la rappresentazione di uno studio teatrale dal titolo “Appunti Antigo ne”. Anche in questa occasione sono stati coinvolti gli allievi del laboratorio teatrale della Casa Circondariale Maschile di Santa Maria Maggiore di Venezia e gli allievi del laboratorio teatrale del Centro Teatro Universitario di Ferrara.

L’ottavo ha avuto inizio nel febbraio del 2013 presso la Casa di Reclusione Femminile di Giudecca e si è concluso nel agosto 2013 con un lavoro specifico sulle tecniche e pratiche di “Teatro Forum ” di Augusto Boal.

Il nono ha avuto inizio nel gennaio del 2014 presso la Casa di Reclusione Femminile di Giudecca e si è concluso nel mese di dicembre. Il 7 marzo è stato presentato lo spettacolo “ C a n t i c a d e l l e d o n n e ” con la collaborazione dell’attrice e musicista Lara Patrizio. Lo spettacolo è stato riallestito ed è stato presentato alla Casa di Reclusione Femminile di Giudecca il 25 Novembre 2014, in occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne.

Il progetto teatrale “Passi Sospesi” è attualmente “sospeso” alla Casa Circondariale di Santa Maria Maggiore per totale mancanza di finanziamenti.

Tutto il progetto è stato documentato attraverso la produzione di materiale fotografico (Andrea Casari) e la produzione video (Marco Valentini) che è stato presentato alla Mostra di Venezia negli anni 2009, 2010, 2011, nell’ambito dell’iniziativa “L’esperienza del progetto teatrale “Passi Sospesi” negli Istituti Penitenziari di Venezia.

Il progetto teatrale “Passi Sospesi” è stato presentato in numerose occasioni in rassegne, festival, mostre, incontri, convegni, in Italia e all’estero. C’è una linea che Michalis Traitsis, sociologo, regista, pedagogo teatrale e direttore artistico di Balam s Teatro (membro fondatore del Coordinamento Nazionale di Teatro in Carcere) e responsabile del progetto “Passi Sospesi”, ha scelto di percorrere, dalla prevenzione alla detenzione, ed è quella di guardare ad una prospettiva culturale, attraverso lo strumento dell’arte teatrale, nell’approccio alle tematiche della reclusione e dell’esclusione. Cultura come informazione, come confronto, memoria, rete nei e dei territori, tutela delle fasce più deboli della società. Cultura della diversità e dell’inclusione sociale.

Per questo motivo sono stati invitati nell’ambito del progetto teatrale “Passi Sospesi”, registi, attori, musicisti, scenografi, per condurre incontri di laboratorio o contribuire alla messa in scena degli spettacoli: Davide Iodice, Enzo Vetrano, Stefano Randisi, Cèsar Brie, Fabio Mangolini, Roberto Mazzini, Maria Teresa Dal Pero, Carlo Tinti, Elena Souchilina, Roberto Manuzzi, Pippo Delbono, Giuliano Scabia, Alessandro Gassmann, Antonio Albanese, Paolo Musio, Patrizia Milani, Lara Patrizio, Fabio Cavalli, Judith Malina.

Molto significativa è la collaborazione con il Centro Teatro Universitario di Ferrara (dove Michalis Traitsis dal 2005 attraverso una convenzione di Balam s Teatro con l’Università di Ferrara conduce i laboratori teatrali), attraverso incontri di laboratorio misti tra studenti e detenuti e allestimento di studi teatrali fatti in comune (“Eldorado”, “storie italiane” , “ i l l a m e n t o d i I s m e n e ” , “sto camminando su un sentiero di luce”, “Appunti Antigone”).

In questi anni si è collaborato con alcune scuole di Venezia, attraverso incontri di presentazione del lavoro svolto nelle carceri veneziane, proiezione dei video fatti all’interno degli Istituti Penitenziari e presenza agli spettacoli all’interno della Casa di Reclusione Femminile di Giudecca.

Nel Febbraio del 2013 è stato firmato un Protocollo d’Intesa tra il Teatro Stabile del Veneto, gli Istituti Penitenziari di Venezia e Balam s Teatro che prevede una collaborazione con artisti ospiti del Teatro Stabile del Veneto presso gli Istituti Penitenziari di Venezia, attraverso la conduzione di incontri di laboratorio, visione di spettacoli e ideazione di progetti pedagogici specifici in collaborazione con il Teatro Goldoni.

Dal 2007 Balam s Teatro collabora con la Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia e in questi anni sono stati ospitati alla Mostra di Venezia i video documentari di Marco Valentini relativi al lavoro svolto dal 2006 negli Istituti Penitenziari di Venezia. Inoltre negli ultimi anni hanno visitato gli Istituti di Pena veneziani i registi Abdellatif Kechiche, Fatih Akin, Mira Nair, Gianni Amelio, Gabriele Salvatores.

Balam s Teatro è membro fondatore del Coordinamento Nazionale di Teatro in Carcere che il 18 Settembre 2013 ha firmato un Protocollo d’Intesa con il Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria e l’Istituto Superiore di Studi Penitenziari.

Il 18 Aprile 2013 Michalis Traitsis ha ricevuto l’encomio da parte della Presidenza della Repubblica per il progetto teatrale “Passi Sospesi” negli Istituti Penitenziari di Venezia.

Il 1 Novembre 2013 Michalis Traitsis ha ricevuto il premio dell’Associazione Nazionale dei Critici di Teatro per il progetto teatrale “Passi Sospesi” svolto negli Istituti Penitenziari di Venezia dal 2006.

Venezia, 15.12.2014


Michalis Traitsis – Balam s Teatro Mobile: 328 8120452
skype: Michalis Traitsis – Balam s Teatro
e-mail: michalis.traitsis@gmail.com - info@balamosteatro.org web-site:
www.balamosteatro.org

LEGGI ANCHE