logo
Giornata internazionale della donna 2015 nelle carceri italiane

PRISON CULTURE - Gli speciali

Giornata internazionale della donna 2015 nelle carceri italiane

Giornata internazionale della donna 2015 nelle carceri italiane

Marco Rabino

Di Marco Rabino

Pubblicato il: 08-03-2015

Carceri nazionali
Italia

2015 | 8 marzo

Come ogni anno la Giornata internazionale della donna viene celebrata in Italia anche all'interno delle realtà carcerarie del paese. Concerti, feste e incontri per ricordare e stare accanto alle tante donne detenute che passano questa festività come recluse. In particolare facciamo i nostri auguri alle madri detenute che cercano di crescere il loro figlio in un ambiente molto difficile. Grazie ad associazioni e agli sforzi dell'Amministrazione Penitenziaria nascono strutture e locali che aiutano questo gravoso compito. Ricordiamo anche le madri che i figli li hanno fuori, li vedono durante le visite parenti. Per facilitare gli incontri in ambienti favorevoli si sta facendo qualcosa.

Il Comitato Provinciale UNICEF di Civitavecchia d'accordo con la Direttrice Patrizia Bravetti dell’Associazione “Sangue Giusto” festeggia l’8 marzo 2015 con alcune detenute della Casa Circondariale della città. Sarà la rappresentante del Comitato UNICEF a raccontare la condizione sociale e culturale della donna in alcune Nazioni, il fenomeno delle Spose bambine e i matrimoni precoci, considerati dalla cultura occidentale una violazione dei diritti umani.

Nella Casa Circondariale di Benevento i festeggiamenti sono stati anticipati il 7 marzo 2015. La festa è stata l'occasione per dare la possibilità alle donne detenute di esprimere la loro vena artistica, i propri sentimenti e speranze attraverso la musica e la poesia. La colonna sonora è stata della Banda del Bukò. Organizzazione della direttrice del carcere di Benevento Dott.ssa Maria Luisa Palma, della Educatrice Dott.ssa Carmela D’Avanzo e dalla volontaria – sociologa e criminologa – Dott.ssa Manuela Cardone.

Nella Casa Circondariale di Piacenza si sono esibiti gli allievi del Conservatorio Nicolini giovedì 5 marzo 2015. L'iniziativa è stata frutto di un protocollo di intesa tra Direzione del Carcere, nella persona della dottoressa Caterina Zurlo, Amministrazione comunale e, in questo caso, l'istituto musicale Nicolini.

LEGGI ANCHE