logo

LETTERATURA

Romanze senza parole - Paul Verlaine, 1874

Romanze senza parole

Paul Verlaine

Di Anna Maria Nosotti

Pubblicato il: 30-01-2014


Francia

1874

Paul Verlaine nasce nel 1844 a Metz, in una famiglia provinciale e piccolo borghese. La sua passione è la poesia: legge Baudelaire e frequenta gli intellettuali parigini che fanno parte della seconda generazione parnassiana.

Vita in bilico la sua, tra quotidianità borghese (lavora, si sposa, ha un figlio) e aspirazioni artistiche e libertarie: partecipa alla Comune di Parigi e compone quei versi che faranno di lui uno dei padri del simbolismo.

Ma nel 1870 ecco un incontro che cambierà la sua vita: travolto dalla sfrontata carica vitale del giovanissimo, ma già maledetto, Arthur Rimbaud, getta alle ortiche la sua vita e segue l’amato per mezza Europa. Litigi, botte, riappacificazioni: due anni di totale delirio, alla fine dei quali Rimbaud, stanco , decide di troncare la relazione. Verlaine, disperato, gli spara: per fortuna la colpirà solo di striscio ad una mano.

La prigione è inevitabile, ma è proprio in carcere che, in seguito ad una profondissima crisi religiosa, scrive uno dei suoi capolavori, ”Romanze senza parole” e, sempre in carcere, comincerà a comporre i versi che confluiranno poi nel famosissimo ”Sagesse”. Poesia come musica la sua (“Musica, musica, musica, sopra ogni cosa”), piena di abbandono e languore, di malinconia e inquietudine, caratteristiche che faranno di lui un anticipatore del Decadentismo (“Sono l’Impero alla fine della decadenza”)

« Nell'interminabile noia

della pianura incerta

la neve riluce

come sabbia."

LEGGI ANCHE

The Ballad of Reading Gaol (La ballata del carcere di Reading)fu scritta da Oscar Wilde in seguito alla sua scarcerazione dal carcere di Reading. A causa dell'accusa di omosessualità fu condannato a due anni ai lavori forzati.


Manuel Puig racconta, ne Il bacio della donna ragno, l'incontro di due uomini, durante la dittatura dei colonnelli, in Argentina. Profondamente diversi, si trovano a dover condividere la dura prigionia nella stessa cella.


Un chant d'amour é un cortomettraggio che si basa sull'esperienza che Genet fece in carcere, dove fu detenuto per diversi anni, condannato per furto. Affronta l'argomento della sessualità con evidenti allegorie e alcune scene escplicite. Puoi vedere l'intero film dalla recensione.