logo

LIBRI

Viaggio in un carcere italiano - Teresa Michiara

Viaggio in un carcere italiano

Teresa Michiara

Di Marco Rabino

Pubblicato il: 22-04-2013


2003

Viaggio in un carcere italiano, il libro di Teresa Michiara si interroga su quanti cittadini conoscono la realtà delle carceri in Italia. Coloro che non hanno mai incontrato l'esperienza di una persona detenuta, di un operatore che lavora all'interno delle carceri o di un agente di polizia penitenziaria, immagino che abbiano come riferimento le molte inchieste che sul tema della detenzione sono state fatte. 

La televisione italiana, e non solo, periodicamente propone resoconti filmati delle condizioni di vita dei detenuti e delle condizioni fisiche degli edifici carcerari.

I detenuti vivono in uno stato di continua umiliazione. La detenzione stessa genera una privazione di dignità. Si arriva, nel peggiore dei casi, a considerare la persona detenuta come uno strumento di lavoro, il lavoro degli operatori detentivi appunto.

Questo testo del 2003 propone una chiave di lettura religiosa. Con la prospettiva di un cattolico, l'autrice, si chiede come è possibile un'azione di reinserimento efficace.

Dalla scheda di presentazione del testo:

Siamo sicuri di conoscere la realtà del carcere? Queste pagine rivelano alcuni lati inquietanti del sistema carcerario italiano. Quello del carcere è un pianeta sconosciuto ai più. Se ne parla poco e solo quando scoppia qualche fatto grave che pone l'accento sulle condizioni di grande precarietà e di continua umiliazione vissute dai carcerati. La proposta d'indulto di Giovanni Paolo II ha sollevato per un po' la coltre di silenzio che avvolge la realtà del sistema carcerario italiano obbligando l'opinione pubblica a interrogarsi sulle reali possibilità che esso ha di recuperare e di re-inserire nel tessuto sociale chi ha sbagliato e desidera ricominciare. L'Autrice attinge alla sua esperienza di volontaria nel carcere di San Vittore a Milano per raccontare storie che hanno volti e nomi di persone concrete, spesso molto sfortunate e non di rado vittime di una burocrazia che penalizza i poveri di potere, di denaro e di diritti. Proprio perché legate alla concretezza dei protagonisti, queste storie si leggono con partecipazione e diventano altrettante voci di denuncia che chiedono di essere ascoltate.

Da: librerie.it Editore: Paoline Editoriale Libri Codice EAN: 9788831524728 Pagine: 224

LEGGI ANCHE