logo

LIBRI

Condotte suicidarie. Un'analisi nel sistema degli Istituti penali minorili. I numeri pensati

Isabella Mastropasqua

Di Marco Rabino

Pubblicato il: 05-04-2014

Gangemi
Italia

2010

Il 15-16 giugno 2007 fu tenuto un convegno dal titolo "Prevenzione delle condotte suicidarie nel carcere minorile" nel quale venne presentata una ricerca condotta dal Centro per la Giustizia Minorile di Roma in collaborazione con il Garante dei Detenuti del Comune di Roma e il Dipartimento di Scienze Neurologiche, Psichiatriche e Riabilitative dell'Università "La Sapienza" di Roma.

I contributi vennero da esperti clinici italiani e stranieri che fornirono preziosi spunti per avviare un'analisi che portasse alla luce il fenomeno anche in una dimensione nazionale. La ricerca offre un efficace strumento di analisi mediante l'analisi statistica che permette di integrare in una visione unitaria i fattori di rischio che minacciano i ragazzi in crescita e quelli relativi alla condizione di ragazzi residenti all'interno di Istituti di Pena Minorili. La permanenza in tali strutture costituisce un ulteriore fattore che può spingere a condotte suicidarie. In tali ambiti diventa essenziale la figura dell'operatore che mediante la sua quotidiana attività di ascolto, può prevenire il fenomeno o comunque accorgersi in tempo della minaccia che grava sullo stato psichico del minore.

Indice

Presentazione
Bruno Brattoli
Prima parte La ricerca interistituzionale: “Prevenzione delle condotte suicidarie nel carcere minorile”. Atti del Convegno – Roma 15-16 giugno 2007
Indirizzi di saluto (gli Enti Promotori e Patrocinanti) Gianfranco Spadaccia, Dante Pomponi, Alessandra Mandarelli, Walter Veltroni, Teresa Caratelli, Carmela Cavallo

1.1 Il progetto interistituzionale di ricerca condotto presso l'Istituto penale per i minorenni di Roma.
Introduzione (Donatella Caponetti) Una ricerca sulla prevenzione del suicidio e degli atti auto lesivi nell'istituto penale minorile (Ugo Sabatello)
Il contesto della ricerca: il carcere nel sistema penale minorile (Lucia Chiappinelli)
Un'indagine pilota: minori autori di reato con condotte suicidarie e auto lesive, Roma 2001-2003 (Carmela De Giorgio)
La ricerca interistituzionale e la fase di sperimentazione a Casal del Marmo Nota introduttiva (Francesco Burruni, Nadia Fedeli e Lucrezia Cirigliano)
La metodologia: il campione e gli strumenti (Francesco Burruni)
I risultati (Nadia Fedeli)
La discussione dei dati (Lucrezia Cirigliano)
Come “sopravvivere” negli IPM: strategie tempestive di prevenzione del suicidio (Joseph V. Penn)
Esperienze di suicidio in Istituto (Maria Laura Grifoni)

1.2. Suicidio giovanile e psicopatologia: gli interventi della tavola rotonda
Clinica e prevenzione del suicidio giovanile (Paola Carbone)
Prevenzione del suicidio e degli atti auto lesivi (Gabriel Levi)
Disturbi psichici nel suicidio dei giovani (Bo Runeson)
1.3. Problematiche emergenti. Il rischio suicidale nella popolazione adolescenziale e nei giovani immigrati: gli interventi della tavola rotonda
La devianza minorile: aspetti educativi e rieducativi (Magda Brienza)
La devianza dei giovani immigrati: aspetti interculturali (Oana Pavel)
Le condotte auto lesive nella popolazione adolescenziale (Mauro Ferrara)
La funzione contenitiva (Gianluigi Monniello)
Una riflessione in chiave comunicativo-espressiva (Patrizia Patrizi, Vera Cuzzocrea)

Seconda parte
I dati statistici sul fenomeno nella società e nel carcere
2.1. Introduzione: suicidio e anomia della società postmoderna. Percorsi di riflessione (Tiziana Pagliaroli)
2.2. Suicidi e tentativi di suicidio in Italia. Confronto con la situazione europea: un'analisi statistica dei dati (Maria Stefania Totaro)
2.3. Suicidi e tentativi di suicidio in Italia e in Europa: proposte di lettura e interpretazione dei dati (Tiziana Pagliaroli)
2.4. Suicidi, tentativi di suicidio e atti di autolesionismo negli Istituti penitenziari per adulti (Tiziana Pagliaroli)
2.5. L'entità del fenomeno tra la popolazione carceraria adulta: un'analisi statistica dei dati (Maria Stefania Totaro)

Terza parte Un'indagine esplorativa sulle manifestazioni del fenomeno negli istituti penali per i minorenni in Italia
3.1. Condotte suicidarie: la ricognizione dei dati e l'indagine qualitativa (Isabella Mastropasqua, Tiziana Pagliaroli)
3.2. L'indagine quantitativa e l'analisi dei dati (Maria Stefania Totaro)
3.3. L'indagine qualitativa: le testimonianze degli operatori (Giuditta Sturniolo)
Conclusioni (Isabella Mastropasqua)
Bibliografia

Condotte suicidarie. Un'analisi nel sistema degli Istituti penali minorili
Collana " I numeri pensati
Autore: Isabella Mastropasqua (a cura di)
Saggi di : Mauro Ferrara, Gianluigi Monniello, Patrizia Patrizi, Giuditta Sturniolo, Oana Pavel, Maria Stefania Totaro, Lucrezia Cirigliano, Tiziana Pagliaroli, Isabella Mastropasqua, Magda Brienza, Gabriel Levi, Vera Cuzzocrea, Paola Carbone, Bruno Brattoli, Donatella Caponetti, Maria Laura Grifoni, Ugo Sabatello, Lucia Chiappinelli, Joseph V. Penn, Carmela De Giorgio , Francesco Burruni, Nadia Fedeli, Bo Runeson
Formato: 17 x 24 cm
Legatura: Filorefe
ISBN13: 9788849219463 978-88-492-1946-3
ISBN10: 8849219466 88-492-1946-6
Ub.int: T311E S12D G19D G2 S28D

Anno di edizione: 2010
Pagine: 224
Prezzo: € 24.00
Prezzo Ebook PDF: € 19.00

 

LEGGI ANCHE