logo

LIBRI

Tra le mura dell'anima - Marcella Reni e Carlo Paris

Tra le mura dell'anima

Marcella Reni e Carlo Paris

Di Marco Rabino

Pubblicato il: 24-02-2012


2011

sabbiarossaED – collana RIFLESSIONI (diario di un'esperienza)

Tra le mura dell'anima all'inizio è la documentazione del progetto Progetto Sicomoro®, che, attraverso l'organizzazione di gruppi di discussione, formati da vittime, persone detenute e familiari, propone una filosofia del trattamento del crimine profondamente diversa da quella della Giustizia Istituzionale. La base etico-filosofica è tratta da testi religiosi cristiani, ma ai partecipanti non è chiesto di professare il cattolicesimo. Il Progetto Sicomoro® si configura come un progetto interconfessionale.

"Sette detenuti. Sette familiari di vittime. Sette passi. Un progetto.
Questo libro era nato per descrivere semplicemente il Progetto Sicomoro: un viaggio nei territori inesplorati dell’anima, nei meandri del dolore, della sofferenza e, talvolta, della morte. Poi, mentre scrivevamo, è venuto giù di tutto. Da guide siamo diventati viaggiatori, da insegnanti studenti. Cercavamo il mistero nelle loro vite e l’abbiamo trovato nelle nostre. Volevamo portargli la nostra fede e la nostra speranza e l’abbiamo trovata noi in loro. Un viaggio che continua."

Marcella Clara Reni

Marcella Clara Reni vive a Palmi (Rc), dove esercita l’attività di notaio.
Sposata, tre figli, è direttore nazionale del Rinnovamento nello Spirito Santo e presidente dell’associazione Prison Fellowship Italia Onlus, che si occupa di detenuti, ex detenuti e delle loro famiglie, associata all’organizzazione Internazionale Prison Fellowship International, con sede in Washington D.C. (USA), presente in 132 paesi nei cinque continenti.

Dopo l’esperienza del Progetto Sicomoro nel Carcere di Opera, con Carlo Paris e Mario Congiusta ha costituito l’associazione Victim Fellowship Italia Onlus, della quale è Presidente.

Carlo Paris

Carlo Paris, romano burino, è nato a L’Aquila.
Nonni paterni contadini di Orte. Nonno materno agricoltore e nonna direttrice della Posta di Orte. Papà rigido generale dell’esercito, mamma colta maestra di scuola, di cucina, e di vita, sorella prof di liceo, tutti nati a Orte. Sposato con Ioia, papà di Anna, Giorgia e Marco Andrea. Scarsamente intelligente, tignoso, permaloso, vendicativo, bugiardo, zero senso dello humor.

Dopo essersi macchiato dei più orrendi delitti, inizia a chiedersi quale sia il significato della vita riscoprendo Dio e la fede. Per non andare all’inferno, si dedica a progetti di poco volontariato. Con Ioia dà inizio, in Brasile, ad un asilo per 450 bimbi di strada. Lo frequenta solo chi non può farne a meno. Può solo migliorare.

la scheda del libro

tra le mura dell'animablog

LEGGI ANCHE