logo

LIBRI

Il suono che parla. Percorso di scrittura creativa ed espressione rap nell’Istituto Minorile di Airo

Il suono che parla. Percorso di scrittura creativa ed espressione rap nell’Istituto Minorile di Airola

Rosa Vieni

Di Marco Rabino

Pubblicato il: 21-08-2015

edizioni Sensibili alle foglie
Italia

2014

Un progetto realizzato all'interno dell'Istituto di Pena Giovanile di Airola è stato raccontato nel libro “Il suono che parla. Percorso di scrittura creativa ed espressione rap nell’Istituto Minorile di Airola”di Rosa Vieni (edizioni Sensibili alle foglie, 2014).

Rosa Vieni, di professione sociologa, lavora presso l’Istituto Penale per minorenni di Airola (Benevento) e si occupa di formazione, politiche sociali e devianza. Nel testo l'autrice analizza esperienze di fruizione e produzione di musica rap realizzate all'interno del carcere minorile e ne ipotizza una analisi partendo dalla tesi secondo la quale:

“gli adolescenti e i giovani vivono la musica come un’esperienza totalizzante (…) catalizzatrice degli umori, dei desideri e dei bisogni, qualunque sia la loro estrazione socio-culturale. L’uso della musica per creare relazioni significative, anche in una situazione di restrizione della libertà personale, rappresenta una strategia pedagogica efficace, per creare un canale di comunicazione tra il mondo interno ed esterno dei ragazzi”.

LEGGI ANCHE