logo

LIBRI

Il corpo e lo spazio della pena - A cura di Stefano Anastasia, Franco Corleone, Luca Levi

Il corpo e lo spazio della pena

A cura di Stefano Anastasia, Franco Corleone, Luca Levi

Di Marco Rabino

Pubblicato il: 07-07-2012


2011

Architettura Urbanistica e politiche penitenziarie

Ediesse edizioni

Tesi di fondo de "Il corpo e lo spazio della pena" La qualità della pena e la sua natura sono correlate allo spazio architettonico del carcere e alla sua collocazione rispetto al centro urbano.

Questo rapporto è comparabile a quello che intercorre tra individuo e collettività.

I curatori partono da queste considerazioni per orchestrare una serie di contributi di magistrati, architetti, avvocati e altri esperti della realtà penitenziaria. I testi sono tratti da due seminari curati dalla società della Ragione.

Il primo del 2009 a Firenze nel Giardino degli Incontri del carcere di Sollicciano. Il secondo del 2010 a Roma nella sala dellìex Hotel Bologna del Senato della Repubblica.

Testi di Sebastiano Ardita, Vittorio Borraccetti, Cesare Burdese, Alessandro De Federicis, Patrizio Gonnella, Francesco Maisto, Corrado Marcetti, Alessandro Margara, Mauro Palma, Sonia Paone, Eligio Resta, Leonardo Scarcella, Adriano Sofri, Maria Stagnitta, Grazia Zuffa.

Stefano Anastasia, ricercatore in Filosofia e Sociologia del diritto nell’Università di Perugia, è stato presidente dell’associazione Antigone e della Conferenza nazionale del volontariato della giustizia.
Franco Corleone, sottosegretario alla Giustizia dal 1996 al 2001, è Garante dei detenuti nel Comune di Firenze e presidente della Società della Ragione.
Luca Zevi, architetto e urbanista, direttore del «Manuale del Restauro Architettonico» e del «Nuovissimo Manuale dell’Architetto », ha insegnato nelle Università di Roma e Reggio Calabria.

Il sito di Franco Corleone

LEGGI ANCHE