logo

LIBRI

I colori della libertà. Progetto Arteterapia in carcere

I colori della libertà. Progetto Arteterapia in carcere

Luisa Colombo

Di Marco Rabino

Pubblicato il: 09-08-2015

Edizioni Camera dei Deputati
Milano, Lombardia, Italia

2015

Un libro nato da un laboratorio svolto all'interno della Seconda Casa di reclusione di Bollate-Milano racconta il potere dell'arte utilizzata in forma terapeutica.  I colori della libertà. Progetto “Arteterapia in carcere” è edito dalla Camera dei Deputati e raccoglie testimonianze dirette di detenuti che hanno partecipato al laboratorio.

Casa di Reclusione di Milano Bollate - Laboratorio di Arteterapia 2015

Il laboratorio è stato realizzato con i contributi del Questore della Camera Stefano Dambruoso e da Luisa Colombo, soci della Sezione monzese della Associazione Nazionale Carabinieri. Obiettivo dell'operazione è stato quello di permettere il recupero ed il reinserimento dei partecipanti all'interno della sfera sociale. L'intero progetto è stato finanziato dal Centro Studi Parlamento della Legalità e concretizzato dal Coordinatore Provinciale di Monza e Brianza della Associazione Nazionale Carabinieri Vito Potenza che, come le altre persone che hanno contribuito al progetto, credono fermamente nel valore di recupero posseduto dalla pratica dell'arte.

Casa di Reclusione di Milano Bollate - Laboratorio di Arteterapia 2015

LEGGI ANCHE

Intervento giovedì 23 luglio 2015, alla Camera dei deputati di 5 detenuti del carcere di Milano Bollate, che hanno spiegato, insieme all’arteterapeuta Luisa Colombo, il percorso svolto ed i benefici ottenuti. Presentazione del libro I colori della libertà. Progetto “Arteterapia in carcere” 


Iniziano le riprese, nel carcere di Bologna del film “Meno male è Lunedì” con la regia di Filippo Vendemmiati, che trae spunto dall’esperienza unica in Italia che ha portato tre aziende bolognesi, leader nel settore del packaging, ad aprire una vera e propria officina nella ex palestra del carcere di Bologna.