logo

LIBRI

Partire dalla pena. Il tramonto del carcere - Silvia Cecchi, Giovanna Di Rosa, Tomaso Emilio Epidend

Partire dalla pena. Il tramonto del carcere

Silvia Cecchi, Giovanna Di Rosa, Tomaso Emilio Epidendio

Di Marco Rabino

Pubblicato il: 10-09-2015

Editore Liberilibri
Italia

2015

Il sistema penale è attualmente messo sotto accusa. la carcerazione, così come attualmente viene applicata non persegue lo scopo che da costituzione dovrebbe svolgere una pena, attivare percorsi e procedure al fine di riabilitare il criminale e riportarne il comportamento entro i limiti delle norme di convivenza e rispetto civile. Inoltre l'ambiente detentivo peggiora le condizioni umane e morali della persona detenuta mettendola in una condizione di accogliere altri atteggiamenti devianti che possono maturare una volta nuovamente in liberà. Da qui l'alto tasso di recidiva. Gli autori partono da diverse prospettive professionali ma tutti indicano una necessità di cambiamento della filosofia della sanzione.

Introduzione di Luciano Eusebi

Luciano Eusebi, professore ordinario di Diritto penale all’Università Cattolica di Milano, è stato membro della Commissione ministeriale di studio istituita nel 2014 per l’elaborazione di proposte in tema di revisione del sistema sanzionatorio. 

Silvia Cecchi, magistrato, è sostituto procuratore presso la Procura di Pesaro. Per Liberilibri ha già pubblicato Giustizia relativa e pena assoluta (2011); e insieme a G.Fiandaca, G.Di Rosa, P.Bonetti e M.Della Dora, Sulla pena. Al di là del carcere (2013). 

Giovanna Di Rosa, magistrato, già componente del Csm, è giudice di sorveglianza presso il Tribunale di sorveglianza di Milano. È stata Presidente della commissione del Csm e componente della commissione ministeriale in ma­teria penitenziaria, di pena e di sorveglianza. Tra le sue pubblicazioni, Le spese nel processo civile (2005); Il procedimento di ingiunzione (2008). 

Tomaso Emilio Epidendio, magistrato, ha svolto funzioni di giudice civile, giudice delegato ai fallimenti e giudice penale. È assistente di studio presso la Corte costituzionale. Tra i suoi lavori ricordiamo, Diritto comunitario e diritto penale interno. Guida alla prassi giurisprudenziale (2007); La confisca nel diritto penale e nel sistema delle responsabilità degli enti (2011).

LEGGI ANCHE