logo

LIBRI

Liberi reclusi. Storie di minori detenuti - Carlo Silvano

Liberi reclusi. Storie di minori detenuti

Carlo Silvano

Di Sara Fornera

Pubblicato il: 18-02-2013


Italia,

2011

Il libro di Carlo Silvano "|Liberi reclusi. Storie di minori detenuti." fa profondamente riflettere su quello che purtroppo il nostro carcere non sa offrire al ragazzo detenuto minorenne che sbaglia: una reale, concreta possibilità di recupero umano e sociale.

Si dice che la pena debba tendere alla rieducazione e risocializzazione ma ritengo che questo sia solo un'utopia. La realtà e diversa. Le nostre carceri sono sovraffollate, prive di materiali e risorse di prima necessita'. Com'e' quindi possibile che in un tale contesto il minorenne detenuto compia un percorso di crescita, consapevolezza e rispetto delle regole della società in cui vive?

Carlo Silvano ha conseguito la laurea in sociologia all'Università degli Studi di Napoli Federico II. E' scrittore e consulente editoriale. Ha scritto e pubblicato diversi libri che riguardano il carcere, il mobbing e la massoneria. E' fondatore e presidente dell'Associazione culturale "Nizza italiana". Partendo dal presupposto che chi compie un reato deve scontare per intero la pena, bisogna dare all'uomo, e soprattutto al minore che sbaglia, la possibilità di un recupero umano e sociale.

Non è possibile che in un carcere italiano manchi di tutto - come disinfettanti, carta igienica, detersivi -, e ci sia un affollamento tale nelle celle che a volte i detenuti sono costretti a stare in branda perché non c' e' lo spazio per stare in piedi. Il libro "Liberi reclusi" porta la prefazione di Alfonso Paggiarino, direttore dell'Istituto penale dei minorenni del Triveneto.

Silvano ha scritto il volume per far conoscere le storie di minori detenuti e riflettere sugli stili di vita e comportamentali dei giovani di oggi. Nel suo libro l'autore riporta i colloqui che ha avuto con gli adolescenti rinchiusi nell’Istituto penale per i minorenni del Triveneto e le interviste e le riflessioni di alcuni specialisti che operano fuori e dentro la struttura.

Silvano sostiene che se per un certo periodo di tempo contenere in un istituto un giovane che non ha regole, o che le ha comunque infrante, può rivelarsi fondamentale per la sua crescita, non è il ragazzo detenuto “il male” della nostra società, ma ne rappresenta piuttosto la sconfitta così come sostengono anche insegnanti, volontari, psicologi e sacerdoti coinvolti nella stesura del libro.

"Liberi reclusi" è un volume indirizzato al grande pubblico, con una particolare attenzione ai giovani e a quanti operano, a diverso titolo, con i minori. Il testo di Silvano non riguarda solo i minori detenuti, ma anche gli adolescenti che vivono in famiglie considerate “sane e normali” e credono che pur commettendo un reato non finiranno mai dietro le sbarre. Purtroppo sono tanti i minori che non si rendono conto che uccidere, stuprare o spacciare droga porterà a trascorrere buona parte della propria esistenza in una cella; infatti, i minori intervistati da Carlo Silvano, hanno compreso di aver infranto le regole della convivenza sociale solo quando hanno sentito scattare ai propri polsi le manette.

Titolo: Liberi reclusi. Storie di minori detenuti
Autore: Carlo Silvano
Editore: Edizioni del Noce
Collana: Diritto etica società
Data di Pubblicazione: Gennaio 2011
ISBN: 8887555834
ISBN-13: 9788887555837
Pagine: 100

LEGGI ANCHE