logo

I PROTAGONISTI DELLA PRISON CULTURE

Antonio Falda - Scrittore italiano

Antonio Falda. Il rugby dietro le sbarre

Scrittore italiano

Di Marco Rabino

Pubblicato il: 14-03-2015


Italia

2015 | 14 marzo

Antonio Falda è, in questo periodo, costantemente sulla scena web per via della promozione del suo ultimo libro intitolato "Per la libertà. Il rugby oltre le sbarre". Tecnicamente il libro è un reportage giornalistico che raccoglie le testimonianze di molte persone che, nelle carceri italiane, hanno visto la loro vita cambiare grazie alla pratica del rugby. "Per la libertà. Il rugby oltre le sbarre" è molto più che di una raccolta di interviste. Le testimonianze che Antonio Falda ha raccolto rivelano, in realtà, quale sia il significato di libertà per una persona che ne è priva.

I protagonisti del libro sono detenuti italiani che risiedono nelle diverse realtà che il mondo della detenzione contempla. Detenzione minorile, detenzione ordinaria ed ergastolo ostativo, il famigerato "fine pena mai". Antonio Falda ha visitato, tra altri, carcere minorile di Nisida, di Napoli, Terni, Torino, Monza, Frosinone, Porto Azzurro, Bollate e Firenze.

Falda, parlando con detenuti rugbisti e operatori che supportano l'attività in carcere ha potuto mettere in luce e, per la prima volta, raccontare all'opinione pubblica, quanto la pratica del rugby sia terapeutica in situazioni di sofferenza psicologica quali quello della detenzione. Ma non solo. Ricordo che il rugby viene proposto agli studenti delle scuole di ogni e grado come strumento di formazione del carattere e di contenimento dell'aggressività. Il successo è sempre assicurato come confermano gli insegnanti che favoriscono tale pratica. A Torino da segnalare gli sforzi di Stefano Rista, fondatore de "La Drola Rugby" che porta tale disciplina nella Casa Circondariale "Lorusso e Cutugno" e nelle scuole della città.

Qualche nota biografica. Le immagini ci descrivono Antonio Falda come un acuto cinquantenne, dallo sguardo incisivo e profondo. Fisico da sportivo nonostante non abbia mai giocato a rugby. Falda ha scritto: "Novelle Ovali, 35 piccole storie di rugby e di vita", "Franco come il rugby" e"Il XV del Presidente". Il suo ultimo libro "Per la libertà - Il rugby oltre le sbarre" edito da Absolutely Free ha ottenuto il patrocini del Ministero della Giustizia, del Dipartimetno dell'Amministrazione penitenziaria, della Federazione italiana rugby e del Club Italia amatori rugby.

LEGGI ANCHE