logo

STORIE CRIMINALI

Caso di Lorenc Smoqi - Psychetius, 2009 | 7 gennaio

Caso di Lorenc Smoqi

Psychetius

Di Marco Rabino

Pubblicato il: 22-10-2014


Grigno, Trento, Italia

2009 | 7 gennaio

Immaginate il silenzio di un piccolo paesino della provincia di Trento, la sicurezza di un posto familiare, una giornata tranquilla, un corpo riverso a terra che emette un ultimo rantolo di vita. Qualcosa stona in questa immagine, qualcosa è completamente fuori luogo.

Quello di Lorenc Smoqui è un ottimo esempio di un omicidio imprevedibile commesso in un luogo insospettabile. Soprattutto se il movente è futile come quello del furto di una borsa.

La sentenza del tribunale che dichiara Smoqui semi-infermo di mente, non può bastare a placare le paure di un paesino sotto shock, ma ci permette di riflettere su come quasi tutti i crimini non si riflettano solo direttamente sulla vittima, ma abbiano conseguenze anche su un insieme di persone ad essa legate.

Queste persone sono dette vittime “indirette” e ci si dimentica spesso di loro, del loro dolore e della loro paura. Lorenc Smoqui probabilmente non lo sa, ma quel giorno non ha colpito solo il giovane Luigi Del Percio, ma un intero paese, non dimentichiamolo.

LEGGI ANCHE

Lorenc Smoqi è stato giudicato colpevole, in appello, dell'omicidio di Luigi Del Percio ucciso a coltellate, il 7 gennaio del 2009 sulle scale della biblioteca di Grigno. L'omicidio è stato spinto dalla volontà di rapinare la vittima del suo zainetto.