logo

STORIE CRIMINALI

Caso di Ferdinando Caretta - Psychetius

Caso di Ferdinando Carretta

Psychetius

Di Marco Rabino

Pubblicato il: 29-10-2014


Parma, Emilia Romagna, Italia

1989

Il 4 agosto 1989 Ferdinando Carretta uccise con una pistola calibro 6.35 il padre, la madre ed il fratello.

Dopodiche' sistemò con cura meticolosa i cadaveri in bagno ripulendo la casa da possibili traccie.

Ritirò dei soldi falsificando la firma del padre e del fratello e scappò a londra dove visse per 10 anni.

Il 30 novembre 1998 durante una diretta della trasmissione “Chi l'ha visto” confessò i suoi omicidi e rivelò l'ubicazione dei corpi, la discarica di Viarolo, che comunque non furono mai trovati.

Un anno dopo venne ritenuto incapace di intendere e di volere e quindi destinato all'opg di Castiglione di Stiviere, ove rimase per 7 anni per poi trasferirsi per altri 3 anni in una comunità a Forli'.

LEGGI ANCHE

Ferdinando Carretta il 4 agosto 1989, nella sua casa di Parma in via Rimini 8, poche ore prima di partire per un viaggio in camper, spara con una Walther calibro 6.35 e uccide il padre, la madre e il fratello Nicola.