logo

CONSULTA ANCHE LE SEZIONI

Scritti in prigione

Undici ore d'amore - Carmelo Musumeci. 2012 Undici ore d'amore

Carmelo Musumeci
2012

PROGETTI DENTRO/FUORI

STORIE CRIMINALI

Caso di Francesco Gussoni - Psychetius

Psychetius

Caso di Francesco Gussoni

Di: Marco Rabino

Pubblicato il: 26-09-2014


Cino, Lombardia, Italia

2000 | 21 gennaio

Il 21 gennaio del 2000 Francesco Gussoni uccise la giovane moglie Sonja di Gregorio dalla quale aveva una figlia di 18 mesi. Francesco Gussoni si stava separando da Sonja, stavano dividendo i regali di nozze e improvvisamente torna alla mente a Francesco la sua infanzia, trascorsa come figlio di genitori separati. Francesco guarda la piccola figlia e teme per il medesimo destino, non vuole che la bambina viva il dramma di una separazione familiare. Litiga con la moglie, volano parole e poi le coltellate e il tentativo di suicidio.

3373


Caso di Francesco Nassi - Psychetius

Psychetius

Caso di Francesco Nassi

Di: Marco Rabino

Pubblicato il: 25-09-2014


Firenze, Toscana, Italia

2008

Francesco Nassi fiorentino, attratto così tanto dal fuoco da rendersi colpevole di aver incendiato di notte auto e motorini. Di giorno conduttore televisivo e di notte incendiario per compulsione, Francesco Nassi potrebbe aver incendiato almeno 60 veicoli per un danno di un milione di euro.

3375


Precious Omobogbe - Deliri e decapitazioni

Deliri e decapitazioni

Precious Omobogbe

Di: Marco Rabino

Pubblicato il: 23-09-2014


Jesi, Puglia, Italia

2014 | 2 settembre

Sono le 19,30 del 2 settembre 2014, i cittadini di Jesi si accorgono che presso le vecchie mura della città, presso la zona di Porta Valle c'è qualcosa di strano. Qualcuno urla e inveisce in italiano stentato. I passanti che si trovano a passare da Porta Valle si trovano davanti ad una minaccia, fortunatamente, non realizzata. Ad imprecare, armato di due machete, è Precious Omobogbe, un ragazzo nigeriano di 25 anni che una volta arrestato non saprà spiegare il perché del suo gesto.

4684


Adam Kabobo

Marco Rabino

Kabobo. La misera vita di un creatore del mondo

Di: Marco Rabino

Pubblicato il: 21-09-2014


Milano, Lombardia, Italia

2013 | 11 maggio

Una vita di miserie e in fuga dalla fame sono state, secondo il giudice, le concause che hanno contribuito a trasformare Adam Kabobo in spietato sterminatore. Non completamente incapace di intendere e volere, è stato dichiarato seminfermo di mente. Coloro che hanno scavato nella vita di Adrian Kabobo hanno trovato violenza, povertà culturale ed economica, fame e un passato familiare di problemi psichiatrici e abbandoni. La vicenda di un migrante in fuga, solo ed in preda a deliri mistici.

4663


Adam Kabobo

Marco Rabino

Kabobo e il popolo della rete

Di: Marco Rabino

Pubblicato il: 19-09-2014


Milano, Lombardia, Italia

2014 | 19 settembre

Il caso di delirio omicida di Adam Mada Kabobo che l'11 maggio 2013 ha aggredito e ucciso a Milano in preda ad un delirio mistico, ha acceso l'interesse dei lettori dei magazine online. I commenti si dividono tra quelli forcaioli e i garantisti che ricordano le misere condizioni nelle quali Adam Mada Kabobo è nato e cresciuto ed ha condotto la sua esistenza di migrante.

4672


Adam Kabobo

I deliri di un creatore del mondo

Adam Kabobo

Di: Marco Rabino

Pubblicato il: 15-09-2014


Milano, Lombardia, Italia

2013 | 11 maggio

Adam Kabobo stremato dalla vita di migrante, senza dimora e affamato, la notte dell'11 maggio del 2013 vagò per le strade di Milano Niguarda aggredendo i passanti che incontrava sulla sua strada. Prima a mani nude poi, in un crescendo di violenza, con una spranga e un piccone, trovati sulla sua strada, aggredì e uccise tre uomini. Adam Kabobo in preda ad un delirio di morte  fu spinto dalle voci interiori a intraprendere una propria battaglia nelle strade di Milano le sue vittime furono Ermanno Masini di 64 anni, pensionato, sorpreso mentre passeggia con il cane, Alessandro Carolè 40 anni, disoccupato, sceso in strada per bere un caffè perché insonne, Daniele Carella di 21 anni che aiutava il padre a scaricare i giornali.

4662


Fabrizio Corona

Fabrizio Corona

Di: Marco Rabino

Pubblicato il: 12-09-2014


Italia

2014 | 10 settembre

Fabrizio Corona dal 2007 è costantemente presente nelle cronache dei media italiani, e non, per via dei fatti legati all'inchiesta denominata Vallettopoli. Ma Corona oltre a quei fatti è stato coinvolto in molti altri casi giudiziari più o meno gravi, tutti legati alla sua frequentazione mondana legata al mondo dello spettacolo e dello sport. Elencare tutti i casi giudiziari nei quali Fabrizio Corona è stato chiamato in giudicato non ha senso. Piuttosto è da considerare come la sua vicenda abbia avuto presa immediata tra l'opinione pubblica. Fabrizio Corona, ragazzo irregolare, ribelle e amante della mondanità ha assunto ormai i tratti del protagonista di un romanzo d'appendice, è un eroe romantico, irregolare, appassionato che non si lascia controllare dall'autorità. Fabrizio Corona è forse lo stereotipo di un tipico ragazzo italiano che ama il bel mondo, l'eccesso e vuole vivere appassionatamente. Lasciando da parte moralismo e giudizio si può dire che forse il suo essere così popolare è dovuto al fatto che in lui si identificano molti dei giovani contemporanei.

4653


Davide Frigatti

In corsa, folle e omicida, in preda ad un delirio mistico

Davide Frigatti

Di: Marco Rabino

Pubblicato il: 11-09-2014


Sesto San Giovanni, Lombardia, Italia

2014 | 17 giugno

Davide Frigatti, in preda ad un delirio mistico e armato di coltello, il 17 giugno 2014 intorno alle due del pomeriggio, scatena la sua corsa folle e sanguinaria che si concluderà al Parco Nord, dove verrà bloccato nudo e coperto del proprio sangue e da quello delle sue tre vittime. Davide Frigatti era stato fino a quel momento un ragazzo tranquillo, sportivo, con qualche precedente per spaccio ma non sicuramente una persona dedita alla violenza. Da qualche giorno si era rifugiato nella religione per soffocare una delusione sentimentale. E improvvisamente il crollo, torna a casa sporco di sangue, il padre tenta di fermarlo ma Davide Frigatti prende l'auto di famiglia e sceglie le sue vittime a caso, un uomo seriamente ferito, l'altro sgozzato davanti alle telecamere del suo autolavaggio. Davide Frigatti a tre mesi dalle aggressioni non ricorda nulla. Ora è rinchiuso in un Ospedale Psichiatrico Giudiziario sedato e controllato visto che la perizia lo ha giudicato pericoloso per la società.

4654


Tyree Lincoln Smith - Disegno di Marco Rabino, 2014

Cannibalismo e deliri

Tyree Lincoln Smith

Di: Marco Rabino

Pubblicato il: 13-06-2014


Bridgeport, Connecticut, Usa

2011

Il gesto estremo del cibarsi di carne umana segna colui che lo compie come un essere inumano, diabolico, pazzo. Il cannibale spinto da voci interiori oppure da deliri mistico-religiosi è una figura molto presente nel cinema e nella letteratura di genere "crime".

3625


Opera di Matt Mahurin

Psychetius

Caso di Ariel Castro

Di: Marco Rabino

Pubblicato il: 05-03-2014


Cleveland, USA

2003 - 2013

La famiglia imprigionata da Ariel Castro.

3395


Opera di Matt Mahurin

Psychetius

Caso di Luca Magnotta

Di: Marco Rabino

Pubblicato il: 01-03-2014


Montreal, Canada

2012

Luka  Magnotta ha desiderato un corpo fino a divorarlo.

3374


Disegno di Marco Rabino - 2014

Psychetius

Caso di Luca Michelucci

Di: Marco Rabino

Pubblicato il: 25-02-2014


Pineto, Puglia, Italia,

2011

Luca Michelucci incontrò la sua ossessione in una pineta. Divorare il piede di una donna.

3372


Disegno di Marco Rabino - 2014

Psychetius

Caso di Albert Fish

Di: Marco Rabino

Pubblicato il: 16-02-2014


New York City, USA

1910 | dal

Il vampiro di Brooklyn, l'uomo che mangiava i bambini a New York.

3384


Disegno di Marco Rabino - 2014

Psychetius

Caso di Chaminda Atula Kumara Hetti Arachchige

Di: Marco Rabino

Pubblicato il: 11-02-2014


Firenze, Toscana, Italia

2010 | aprile

Chaminda Atula Kumara Hetti Arachchige veniva chiamato gay da alcuni suoi connazionali per spregio. La sua vendetta è stata feroce.

3394


Carmelo Musumeci

Carmelo Musumeci

La lettera di Carmelo Musumeci a Papa Francesco

Di: Marco Rabino

Pubblicato il: 08-12-2013

Casa Circondariale Due Palazzi
Padova, Veneto, Italia

2013 | 8 dicembre

Seconda lettera di un uomo ombra a Papa Francesco. L'ergastolo ostativo è una pena che non prevede rilascio fino alla fine della vita del detenuto. In Vaticano la pena dell'ergastolo è stata abolita.

3325