logo

LE CARCERI ITALIANE

Casa Circondariale di Cremona - , 1992

Carcere di Cremona, Casa Circondariale

Scritto da: Marco Rabino

Pubblicato il: 04-03-2017

Via Palosca nr.2 CAP 26100
Cremona, Lombardia, Italia

1992

COME FARE


La storia

L'attuale casa circondariale di Cremona è stata inaugurata nel febbraio del 1992.

(dal sito Ministero della Giustizia)

Ministero della Giustizia

CREMONA - Casa circondariale

Il sito

indirizzo

Associazione Antigone

Casa Circondariale Cremona

Wikipedia

indirizzo

News cultura, arte, teatro, lavoro


Il lavoro in carcere con ortaggi biologici per il Bon Bistrot di Cremona
2017 | 26 ottobre

Per il consorzio Sol.co che gestisce il Bon Bistrot di via Bonomelli al numero 81, ci sono quattro detenuti del carcere di Cremona che trasformano  gli ortaggi biologici e produco conserve, passate di pomodoro e la tradizionale giardiniera cremonese. Giusy Brignoli è la responsabile del settore agricoltura biologica della coop. Il progetto è del 2014 quando la cooperativa Nazareth avviò la sua azienda agricola su un terreno di tre ettari e mezzo. Ad ottobre 2016 viene aperto il Bon Bistrot dove si preparano 10mila piatti ogni mese.

2361

Partita di calcio in esterno per i detenuti di Cremona
2017 | 30 settembre

2496

Una partita di calcio in esterno
2017 | 29 settembre

Sabato mattina 29 settembre, alle ore 9.15 su un campo sportivo esterno si gioca l'amichevole di calcio tra soci ATE e detenuti del carcere di Cremona.

2510

Un progetto per prendersi cura si se nel carcere di cremona
2017 | 31 maggio

10596

Ragazzi in carcere a Cremona con la Uisp
2017 | 13 maggio

6025

Oltre i confini della pena. Convegno in carcere a Cremona
2016 | 12 maggio

Giovedì 12 maggio 2016 si terrà un convegno nel teatro del carcere di Cremona. L'evento avrà luogo dalle 9:30 alle 13:30 con il titolo "Oltre i confini della pena". Il convegno è stato promosso dalla direzione della casa circondariale che ha operato in collaborazione con altri enti ed istituzioni in favore dell'inclusione sociale di adulti e minori detenuti. Per dare maggiore efficacia alla comprensione e alla partecipazione all'evento è stato dato un sottotitolo: "verso una ridefinizione del rapporto tra l'esecuzione penale e la comunità territoriale alla luce di istanze vecchie e nuove di rinnovamento". All'evento sono invitati tutti i cittadini che vorranno partecipare. L'idea è quella di dare la possibilità alla cittadinanza libera di entrare in contatto con la realtà penitenziaria attraverso una riflessione con operatori e istituzioni. Il carcere non è un luogo abbandonato e del quale si deve dimenticare l'esistenza. Sono proprio cittadini i tutori della legalità e quindi il carcere entra in comunicazione con le scuole, le comunità territoriali e coloro che vogliono approfondire il tema. Ormai in tante città italiane questo tipo di orientamento è realizzato attraverso spettacoli, eventi e convegni che le carceri del luogo organizzano aprendo le loro porte alla cittadinanza.

10107

Cremona Il Centro ‘Andrea Pazienza’ dona fumetti al carcere
2016 | 22 aprile

Notizia del 22 aprile 2016. Il Centro Fumetto di Cremona e promotore di un progetto che si realizzerà nel carcere di Cremona. Si chiama "Lettori abili" ed è destinato a promuovere la lettura verso i gruppi di persone che hanno poco accesso ai libri. Il Centro Fometto dispone di una grande possibilità di testi specializzati. Si tratta infatti della seconda biblioteca in Italia con 55.000 pubblicazioni che possono essere consultate in prestito e vengono gestite da operatori e volontari con grande competenza nel settore del fumetto e della pratica di bibliotecario. Il Centro Fumetto e quindi disponibile a creare un ponte con la casa circondariale di Cremona per fare in modo di diffondere la lettura e permettere ai detenuti di poter esercitare questo diritto di grande importanza. Contatto tra Centro Fumetto e Carcere è l'insegnante Elena Blasi del centro provinciale per l'istruzione in età adulta di Cremona che da un anno ha sostituito i tradizionali centri di istruzione Territoriale Permanente che dipendevano da un istituto scolastico secondario di primo grado. I CPIA saranno sicuramente più efficaci nel gestire i loro progetti di insegnamento e promuovere attività e progetti extrascolastici.

9986

La squadra di rugby del carcere di Cremona
2015 | 9 giugno

Rugby nel carcere di Cremona. È il 9 giugno 2015 quando si dà notizia del progetto corri verso il futuro con il rugby che continua ad essere portato avanti con gran successo nel carcere della città. Questo sport è diffuso in molte carceri italiane è sempre più direttori si convincono che uno sport che si basa su una solida filosofia di regole sportive ed umane importante nel trattamento delle persone sottoposte a restrizione della libertà. Nel caso del carcere di Cremona il rugby è possibile grazie ad un progetto che mette insieme provincia, Junior Cremona Rugby School Ads coordinati da Comune di Cremona e direzione di casa circondariale. Ai detenuti che dovranno portare avanti la bandiera della loro squadra sono state consegnate maglie e tutto il necessario per gli allenamenti e le partite. La cerimonia di consegna hanno partecipato il dirigente della Provincia Dario Rech insieme alla direttrice della Casa Circondariale la dott.ssa Maria Gabriella Lusi funzionari e collaboratori.

5750

LEGGI ANCHE

OPERANO IN QUESTO CARCERE / C.C. di Cremona,

Le informazioni circa progetti culturali, artistici, di istruzione e lavoro operati all'interno delle carceri italiane provengono dalla stampa nazionale e dagli uffici stampa delle organizzazioni titolari dei progetti. Le immagini delle carceri italiane provengono dalla stampa nazionale e non sono state realizzate in proprio