logo

LE CARCERI ITALIANE

Casa di Reclusione di Fermo

Carcere di Fermo, Casa di Reclusione

Scritto da: Marco Rabino

Pubblicato il: 10-04-2017


Fermo, Marche, Italia

1996

COME FARE


La storia

L'istituto è nel centro di Fermo, la struttura risale al XVI secolo come convento dei Frati Minori Osservanti con annessa Chiesa dell'Annunziata. Nel 1854 viene adibita a ospedale psichiatrico. Nel 1993 il Ministero delle Finanze - Direzione generale del demanio, ha disposto l'assegnazione ad uso governativo della struttura a casa circondariale per poi essere rimodulata nel 1996 a casa di reclusione - media sicurezza.

(dal sito Ministero della Giustizia)

(Osservatorio Antigone on line)

Ministero della Giustizia

FERMO - Casa di reclusione

Il sito

Nessun contenuto online

Associazione Antigone

CASA DI RECLUSIONE DI FERMO

Wikipedia

Nessun contenuto su Wikipedia

News cultura, arte, teatro, lavoro


Lezioni di cucina per insegnare la legalità con la Capodarco Pizza
2017 | 12 settembre

10780

Presentazione del nono numero della rivista L'altra chiave del carcere di Fermo
2017 | 10 luglio

6392

Carcere di Fermo e poesia
2017 | 2 giugno

10582

Studenti e detenuti dialogano nel carcere di Fermo
2017 | 20 aprile

9304

Parte la raccolta differenziata dei rifiuti
2017 | 28 marzo

Notizia del 29 marzo 2017. È partita ufficialmente, con la consegna dei primi materiali per la differenziazione, la raccolta differenziata dei rifiuti nel carcere di Fermo. Protagonisti dell'incontro sono stati l’assessore Alessandro Ciarrocchi, il responsabile tecnico dell’Asite, Marco Amati, Eleonora Consoli la direttrice della casa di reclusione, Nicola Arbusti responsabile dell’area trattamentale. Con questo atto ufficiale si vuole dare un messaggio forte all'intera popolazione del territorio alla quale si spera di allargare progressivamente l'attività di raccolta. Ancora una volta il carcere si propone come ambiente umano pilota nel quale proporre azioni consapevoli e di grande impegno sociale. 

10199

Lavori di pubblica utilità per i detenuti di Fermo
2017 | 22 febbraio

8838

Giustizia riparativa nel carcere di Fermo
2017 | 21 febbraio

5346

Concerto dei Giullari nel carcere di Fermo
2016 | 29 luglio

10506

Gli studenti nel carcere di Fermo
2016 | 18 aprile

18 aprile 2016. Gli studenti dell’Itcg “Carducci Galilei” hanno nuovamente incontrato i detenuti della la Casa di Reclusione di Fermo per concretizzare il progetto di legalità finalizzato ad avvicinare i ragazzi ad argomenti quali sistema carcerario, diritto e giustizia. I 125 ragazzi hanno ascoltato direttamente dalla voce dei protagonisti quale siano le conseguenze di percorsi devianti. L’incontro è stato coordinato dell’insegnante Roberto Cifani e supportato della dirigente scolastica dottoressa Cristina Corradini, e dalla direttrice del carcere, dottoressa Eleonora Consoli che ha fornito ai ragazzi qualche cifra: alla data dell’evento sono 67 i detenuti ospiti del carcere di Fermo a fronte di una capienza di 41 posti, 60% sono gli italiani, di età media intorno ai 35 anni, e con almeno 4 anni di pena da scontare. 43 sono gli agenti del corpo di Polizia penitenziaria come illustrato dal comandante Napoli.

9899

Fermo, da detenuti a master chef La dieta mediterranea oltre le sbarre
2016 | 1 gennaio

1 Gennaio 2016. Terminato il primo corso di formazione per cuochi nel carcere di Fermo, condotto con la filosofia alimentare della cucina mediterranea al quale hanno partecipato otto detenuti. Organizzatore e promotore è stato Adolfo Leoni del Laboratorio Piceno della Dieta Mediterranea. Per due mesi il corso è stato frequentato dagli aspiranti con l’aiuto di 4 cuochi, Sandro Pazzaglia, Benito Ricci, Sandro Montironi e Mauro Donati, del diabetologo Paolo Foglini. Esame finale positivo per tutti gli studenti e attestato consegnato da Lando Siliquini, medico e presidente del Laboratorio Piceno della Dieta Mediterranea.

9190

Premio Volponi. Il programma degli ultimi giorni
2015 | 26 novembre

9596

Un corso di cucina nel carcere di Fermo
2015 | dal 23 settembre

FERMO - Studiare da aiuto cuoco, per ricominciare a costruire il futuro.

È la nuova proposta della direzione della casa circondariale di Fermo

e dell'area trattamentale

che, col supporto dell'Ambito sociale XIX e della Caritas,

hanno messo in piedi

un percorso formativo dedicato alla dieta mediterranea.

Protagonisti gli chef del Laboratorio della dieta mediterranea

ma anche il diabetologo Paolo Foglini e il medico Lando Siliquini

che si occuperanno della parte scientifica.

A illustrare il progetto Adolfo Leoni

che è uno dei fondatori del laboratorio:

"Tutto è nato da una ricerca scientifica portata avanti dall'università del Minnesota

negli anni '90, a dimostrare che il fermano è il luogo nel quale c'è l'alimentazione più sana del mondo, motivo di grande longevità.

Gli chef saranno Sandro Pazzaglia, Mauro Donati e Benito Ricci,

'artigiani' esperti,

tre assolute eccellenze del fermano,

protagonisti tra l'altro nei giorni scorsi all'Expo di Milano dove si sta parlando proprio di dieta mediterranea.

Per i detenuti saranno 12 lezioni,

metà teoriche e metà pratiche,

con alcune verifiche finali,

a partire dal prossimo 23 settembre. 2015

 

6391

Termina con successo il Cantiere musicale nel carcere di Fermo
2015 | 30 giugno

5908

Musica nel carcere di Fermo. Un corso per i detenuti
2015 | 1 febbraio

1 febbraio 2015. Lezioni di musica per circa dieci detenuti grazie all'impegno della direttrice del carcere di Fermo la dottoressa Eleonora Consoli che si è impegnata per far ripristinare l’uso degli strumenti musicali della struttura penitenziaria e per trovare un ambiente consono al progetto che sarà tenuto dal maestro Michele Sperandio. L’iniziativa si aggiunge a quelle di pet therapy, ai corsi di ginnastica, informatica, per pizzaioli e alla redazione del giornale del carcere l’Altra Chiave News.

5206

LEGGI ANCHE

OPERANO IN QUESTO CARCERE / C.R. di Fermo,

Le informazioni circa progetti culturali, artistici, di istruzione e lavoro operati all'interno delle carceri italiane provengono dalla stampa nazionale e dagli uffici stampa delle organizzazioni titolari dei progetti. Le immagini delle carceri italiane provengono dalla stampa nazionale e non sono state realizzate in proprio