logo

LE CARCERI ITALIANE

Casa Circondariale di Larino

Casa Circondariale e Casa di Reclusione di Larino

Scritto da: DETENZIONI redazione

Pubblicato il: 14-04-2017

Contrada Monte Arcano, 2 CAP 86035
Larino, Molise, Italia

1987

2017

Presentazione del libro, Sotto il sole del supplizio, a Campobasso presso il palazzo Gil di via Gorizia il lunedì 10 aprile 2017 alle 18:30. È un testo scritto da Nicola Macolino realizzato nel laboratorio e nella realizzazione dello spettacolo teatrale durante mesi di marzo e giugno nel carcere di Larino. Nel libro, di immagini e testi, mi sono suggestioni tratte dal testo Die HamletMaschine del regista e drammaturgo tedesco Heiner Muller del 1977 ispirato all'Amleto di Shakespeare. Il progetto è stato promosso dal Centro provinciale per l'istruzione adulti ed è la parte finale di un progetto più articolato in sezioni a partire da quella laboratoriale, performativa e della messa in scena dello spettacolo ispirato al testo itinerante attraverso diversi spazi del carcere.

2016

Il 6 maggio 2015, alle 9.30, nel carcere di Larino è stata predisposta la proiezione del cortometraggio “Metamorphosi” realizzato dagli studenti del Teatro della Memoria, del Liceo Scientifico “Alfano da Termoli”, che parla di Olocausto e giovani profughi. All'evento partecipano la direttrice dl carcere di Larino, la dirigente scolastica dell’Istituto Agrario di Larino, alcuni alunni autori del video con le responsabili del progetto, le professoresse Petronilla Di Giacobbe e Vittoria Baldassarre la dirigente scolastica professoressa Concetta Rita Niro, alcuni studenti del Ctp (Centro territoriale permanente) che fanno parte del progetto Sprar (“Sistema di protezione per richiedenti e rifugiati politici”) gestito dalla Caritas di Termoli-Larino.

2015

Il 14 aprile 2015, alle 9,30, il pianista Simone Sala terrà un concerto nell’auditorium del carcere di Larino. Durante l'esibizione sarà presentata la raccolta di poesie I segreti dell’anima, di Francesco Luigi Frasca, detenuto del carcere. Saranno presenti don Marco Colonna, don Benito Giorgetta che ha scritto la prefazione della raccolta, insieme alla direttrice del carcere di Larino la dottoressa Rosa La Ginestra autrice dell'introduzione alla raccolta poetica. Presenti inoltre la Dirigente scolastica dell’Istituto Alberghiero di Termoli Maria Chimisso, Michele Petraroia l’assessore regionale, l’avvocato Nicola Bonaduce e Paolo Pio Pilone, lo studente del liceo Artistico di Termoli che ha illustrato le poesie. Hanno assistito gli insegnanti e i detenuti alunni dell’Istituto Alberghiero, dell’Istituto Industriale e della scuola media.

2014

22 maggio 2014. Nella  casa circondariale di Larino è stato istituito primo concorso di eno-gastronomia, barman e accoglienza turistica intitolato “Buoni … dentro”. Gli insegnanti di cucina Santilli, Granchelli, di sala ricevimento, di barman Di Tullio, Azzarone, Peluso e di accoglienza turisticahanno assistito i loro alunni durante l'esame davanti ai professori dell’alberghiero “Federico di Svevia”, con a capo la dirigente scolastica la professoressa Maria Chimisso.

2013

30 maggio 2013. Nella casa circondariale di Larino i detenuti attori reciteranno nello spettacolo “Il momento vulnerabile”, da un testo elaborato durante il laboratorio portato avanti dagli insegnanti del centro Territoriali per L’educazione in età adulta: Filomena Callisto, Eufrasia Manzo ed Angela Pietroniro. La direttrice della casa circondariale La Ginestra ringrazia Walter Cordone, che ha guidato i detenuti in qualità di autore e regista. Lo spettacolo è aperto ai familiari degli attori.

La storia

L'Istituto è stato aperto nel 1987.

(dal sito Ministero della Giustizia)

Ministero della Giustizia

LARINO - Casa circondariale

Il sito

Nessun sito online

Associazione Antigone

CASA CIRCONDARIALE di LARINO (CB)

Wikipedia

Nessun contenuto su Wikipedia

LEGGI ANCHE

OPERANO IN QUESTO CARCERE / C.C. di Larino,

Le informazioni circa progetti culturali, artistici, di istruzione e lavoro operati all'interno delle carceri italiane provengono dalla stampa nazionale e dagli uffici stampa delle organizzazioni titolari dei progetti. Le immagini delle carceri italiane provengono dalla stampa nazionale e non sono state realizzate in proprio